Scream and cry

Quando urlò al cielo che il loro dio fosse dannato, cadde dalle stelle un rubino.Esso era il sangue della voglia di vivere, gli occhi del pregiudizio e le zanne della solitudine. Il ragazzo non aveva scelto di diventare un mostro, di essere torturato e distrutto. Perché doveva vivere se non lo aveva chiesto, per di più soffrendo? Che il loro Dio fosse maledetto, le stupide credenze fottute dalla verità, e alle preghiere? A renderle vane ci avrebbe pensato lui, “l’istinto”.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s