teardrops

Sarà la gelosia folle che si impossessa dei miei respiri, disperdendoli o forse la tristezza di non averti mio e mio soltanto ma non mi piaccio. Eppure mi piaccio lo stesso, eppure mi piaci, anche se mi ferisci a morte ogni volta che guardi l’ altra persona, che la pensi o ne parli. Sono io quella esterna a voi due, lo so: il destino me lo ricorda sempre con le sue tante coincidenze che vi legano e sminuiscono me ed il mio amore per te; non lo accetto e piango ogni mia lacrima, finché vorrei piangere ma non ne ho più. Poi c’è lui, che vive solo per te e chiama comunque me, mi vuole ma ti vuole di più, mi evita o isola ma mi cerca ed è tutto così confuso dentro che vorrei soltanto dormire, sognare quelle avventure sconclusionate, spaventose e piene di sesso e morte, che tanto sembrano più ordinate e confortanti. E piango, piango ancora, finisco le lacrime e allora piango solo con la voce, mi ricarico e le finisco di nuovo e tu non lo sai, non ci sei quando lo faccio, non ci sei quando la mia crisi tocca il culmine: arrivi sempre quel momento dopo e tutto è già finito o sono sfinita. Dove sei adesso? Perché non mi hai risposto ad affermazioni per me tanto importanti e sei fuggito? Non torni più? Hai detto che ti manco, che mi ami, adesso non sei qui a dimostrarmelo. Tornerai ed eviterai di parlare chiaro e di parlare di ciò che ti ho detto e che per me è tanto importante ed io non so se avrò la forza di chiederti una risposta. Non ci sei ed il tempo passa, le lancette segnano il tempo che abbiamo a disposizione noi due e tu lo stai sprecando.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s